Vino: Barolo Chinato secondo natura

barolo chinato puristaTutti conoscerete il Barolo Chinato come vino da meditazione, come degno compagno del cioccolato o magari, come si usava all'inizio del secolo scorso, come medicinale. Bevuto caldo aveva le stesse indicazioni terapeutiche anti influenzali e corroboranti del vin brulè. Io però vorrei parlarvi di un Barolo Chinato in particolare, quello prodotto con amorevole cura da Teobaldo Cappellano.

Questo vino, di cui custodisco gelosamente una bottiglia, mi ha fatto emozionare come poche volte mi è successo. Il suo gusto é pieno e deciso, eppure conserva una delicatezza di aromi straordinaria. Mentre si degusta i sensi vengono intimamente coinvolti. Rispecchia a pieno l'animo forte e deciso, ma estremamente gentile e schietto del suo produttore e di una terra rispettata. Frutto di una ricetta familiare ed una filosofia di pensiero ben precisa, é sempre stato prodotto in quantità non elevate.

Vignaiolo/intellettuale, anima del gruppo dei vini veri, quei vini cioè fatti secondo natura che memori del passato si guardano bene dalle facili ammaliazioni della chimica, ci ha regalato dei prodotti straordinari, dei veri viaggi sensoriali attraverso i quali possiamo comprendere cosa può scaturire dall'amore reciproco tra l' uomo e la terra. Ringrazio il suo produttore per averci lasciato in eredità il ricordo dell'emozioni provate durante gli assaggi dei suoi vini veri e di un'etica consapevole del buon bere e coltivare.

  • shares
  • Mail