Ricette secondi: trippa col sugo

trippaLa trippa è un termine gastronomico che include i prestomaci (rumine, reticolo, omaso) dei ruminanti. Esso ha sempre rappresentato uno dei piatti più popolari dell'intera nazione, e a sostenere questa tesi sono le numerose ricette utilizzate per la preparazione di questa pietanza. Pellegrino Artusi la definiva "poco confacente agli stomachi deboli e delicati..." questo perchè è molto grassa, ma può anche concedere un elevato apporto proteico (12.07 per 100 g). Questa ricetta è quella che più utilizzo per preparare questo piatto ed è molto simile a quella romana.

Gli ingredienti sono: 500 g di trippa di vitello, 1 cipolla, 1 carota, 1 costoletta di sedano, 1/2 peperoncino fresco, 5 foglioline di menta, 2 cucchiai di estratto di pomodoro, capperi, sale. Lessate la trippa intera per circa mezz'ora in acqua con aggiunta di una tazzina di aceto. Dopo aver raggiunto i 30 minuti di cottura, scolate la trippa e tagliatela a listarelle da 1 cm e rosolatela insieme alle carote, al sedano e alla julienne di cipolla. Sfumate con un po' di vino bianco e fate cuocere per 10 minuti mescolando frequentemente. Dopo avere aggiunto il peperoncino e i capperi, sommergete con acqua calda la trippa e aggiungete il concentrato di pomodoro e le foglioline di menta. A questo punto la cottura si protrarrà per circa un'ora e mezza a fiamma media. Occhio al sale e mescolate frequentemente.

La mia degustazione è stata "appesantita" da un buon pecorino grattuggiato. Scarpetta obbligatoria!!!

Foto|Flickr

  • shares
  • Mail