Come fare la cicoria ripassata in padella

Cicoria
Oggi, prendendo in prestito una ricetta della tradizione romana, vediamo come fare la cicoria ripassata in padella o, come direbbero alcuni abitanti della nostra bellissima capitale, strascinata.

In parole povere si tratta di procurarsi dell’ottima cicoria, meglio se selvatica e non di serra, e di saltarla in padella con olio e peperoncino. Otterremo così un piatto semplice, povero, dal gusto unico e deciso.

Andiamo ora a vedere nel dettaglio cosa occorre per questa ricetta: 1 kg. di cicoria, 4 spicchi di aglio fresco, peperoncino anch’esso fresco q.b., sale grosso e ottimo olio di oliva extra vergine.

Vi ricordo, come sempre, che proprio per i piatti semplici che richiedono ingredienti minimi è necessario, per la buona riuscita del vostro piatto che gli stessi siano freschi e di ottima qualità.

Per la preparazione: per pulire la cicoria dovrete eliminare la parte finale terrosa e risciacquare abbondantemente sotto acqua corrente. Successivamente sbollentarla in acqua salata con sale grosso.

Nel frattempo preparate una padella con olio e fate soffriggere l’aglio finemente tritato unitamente al peperoncino, preventivamente lavato e anch’esso tritato.

Quando la cicoria sarà cotta, ovvero quando la fibra si romperà facilmente al tocco della forchetta,
potrete scolarla e versarla direttamente nella padella del vostro soffritto. Fate andare mescolando con un cucchiaio di legno per circa 15 minuti, sentirete che profumino. Quando l’acqua della cicoria sarà evaporata, il vostro piatto sarà pronto. Meglio se servita calda. Ottima per accompagnare la carne, per gli amanti del sapore deciso e amarognolo va bene per accostare ogni portata.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail