Le crespelle alla valdostana da fare con la ricetta originale


Non è un caso che la Valle d’Aosta confini con la Francia e che proprio qui si mangi una specialità, seppur salata, che somiglia davvero tanto alle crepes! Si chiamano, appunto, crespelle alla valdostana. Chiarite queste contaminazioni culinarie, il mio consiglio di oggi è riscoprire le ricette regionali e riproporle a una bella cenetta tra amici: magari qui la variante potrebbe essere usare delle terrine monoporzione che fanno tanto chic invece della solita pirofila…

Cosa vi occorre per 6 persone: 100 g di farina, 2 uova, 1.5 dl di latte, burro, 150 g di prosciutto cotto a fette, 200 g di fontina, 2 dl di besciamella, sale q.b.

Come si preparano: unite alla farina le uova sbattute e una presa di sale, poi unite il latte e 30 g di burro fuso, mescolate e fate riposare qualche ora. Al momento di usare la pasta, aggiungetevi due cucchiai d’acqua, poi ungete di burro una piccola padella e versatevi un mestolino di impasto facendolo roteare bene, come fareste con le crepes. Una volta dorata, giratela per farla cuocere anche dall’altro lato, poi disponetele tutte su carta assorbente fino a che non avrete esaurito l’impasto. Su ogni crespella ponete una fetta di prosciutto e una di fontina, piegatele a metà e disponetele in una pirofila imburrata, Coprite con la besciamella e passate in forno a 180° e poi al grill per 20 minuti.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail