Come fare i purcidduzzi pugliesi del film Oggi sposi


L’hanno passato in tv non molto tempo fa “Oggi sposi”, gradevole commedia corale all’italiana in cui il cibo è uno dei tanti, grandi protagonisti tutti intenti a preparare le proprie nozze. Ci sono il pubblico ministero Fabio, timido e complessato, che scopre di amare Giada, la giovane arrivista con cui sta per convolare il suo ricchissimo padre ormai anziano; ci sono Salvatore e Chiara, rispettivamente aiuto cuoco e cameriera (incinta) che devono sposarsi forzati dal destino, ma non hanno un euro e architettano un complicato piano per scroccare il ricevimento alla coppia più gossippata e trendy del momento: Attilio e Sabrina, di professione finanziere traffichino lui e starletta da bunga bunga lei. Infine ci sono Alopa, la bella figlia dell’ambasciatore indiano, che sta per impalmare il poliziotto pugliese, Nicola, scapolone ambitissimo dalle colleghe. Ma soprattutto c’è un cast di volti noti della televisione e del cinema italiano, e c’è il pollo tandoori che si ‘scontra’ con i porcedduzzi pugliesi che i cafonissimi fratelli Sabino e Peppino Impanato (due esilaranti cameo di Michele Placido e Francesco Pannofino) tentano inutilmente di preparare dopo che la moglie di Sabino, a causa di un litigio, ha indetto lo sciopero della cucina. Se volete farli anche voi non seguite la scena del film, ma la nostra ricetta!

Cosa vi occorre: 1 kg di farina, 250 g di zucchero, 3 uova, 1 arancia, 1 tazza d’olio, 1 stecca di cannella, miele, pinoli, alcol da cucina, sale q.b.

Come si preparano: fate friggere per qualche secondo nell’olio bollente la scorza dell’arancia con la cannella ridotta a pezzetti, quindi scolate e aggiungete l’olio alla farina. Unite il succo dell’arancia, l’alcol e il sale e impastate il tutto aggiungendo la quantità di acqua tiepida che vi sembrerà necessaria per ottenere un composto fluido e omogeneo. A questo punto staccate pezzi d’impasto, formate delle palline e friggetele in olio bollente. Frattanto, scaldate il miele in un padellino con un goccio d’acqua, immergetevi i porcedduzzi fritti, rigirateli bene nel miele e sistemateli via via in un piatto, quindi cospargeteli di pinoli prima che si freddino in modo che si attacchino, o al limite di ‘diavoletti’ da pasticceria colorati.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail