Zuppa di stoccafisso e patate con la ricetta originale

Zuppa di Stoccafisso con Patate
Lo stoccafisso, ovvero il merluzzo essiccato, che troviamo sulle nostre tavole proviene principalmente dalla Norvegia e può essere preparato, a seconda della regione in cui viene utilizzato, in moltissimi modi, tutti sfiziosi e saporiti.

Oggi vi proponiamo la zuppa di stoccafisso e patate con la ricetta originale: un piatto semplice da fare, completo e gustoso.

Gli ingredienti necessari, x 4 persone, sono i seguenti: 700 gr di Stoccafisso Norvegese, meglio se filetto, 400 gr di patate, 1 spicchio d'aglio, qualche foglia di prezzemolo tritato grossolanamente, 2 acciughe salate stilettate, una manciata di capperi, 100 gr di olio d'oliva extravergine, 300 gr di pelati o pomodorini freschi, sale q.b., peperoncino q.b., 1 bicchiere di vino bianco.

Preparazione: l’ammollo è l’operazione più importante per la buona riuscita dello stoccafisso. Uno stoccafisso di circa 70 cm deve stare in ammollo 5/6 giorni, finché non ha raddoppiato il suo peso. Si può anche acquistare già ammollato, ma una volta pronto va consumato subito.

Togliete quindi la pelle al pesce già ammollato, diliscatelo e tagliatelo a pezzi non troppo piccoli.
Prendete ora una casseruola, versatevi l'olio e l'aglio e fate andare per qualche minuti. Quando l’aglio si sarà imbiondito potrete aggiungere i pelati ben sminuzzati e il prezzemolo.

Fate andare a fuoco moderato per 5 minuti, unendo poi lo stoccafisso, i capperi e le acciughe sminuzzate aggiustando di sale. Durante la cottura aggiungete il peperoncino e allungate la salsa con  un mestolo d'acqua calda e quando il tutto inizia a bollire versatele patate preventivamente sciacquate, pelate e tagliate a pezzetti. Aggiungete altra acqua calda tanto da coprire la metà delle patate. Coprite e fate cuocere a fuoco molto basso. 

Assaggiate per verificare se effettivamente c'è bisogno di aggiustare il sale. 
Un consiglio: non girate per non far rompere lo stoccafisso, scuotete solo la casseruola delicatamente di tanto in tanto, in modo che non attacchi al fondo. Una volta cotto potrete servire ben caldo. Provate!

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail