Macarons al cioccolato bianco e caffé, deliziosa magia nel minifilm Carte Noir

chocolate macaron with cream cheese on a dark wood background. tinting. selective focus

Dopo le istruzioni di preparazione della variante pralinata e al pistacchio di Bronte ecco un minifilm che solo a guardarlo mette la voglia in punta di lingua. E' un tripudio di fascino gastronomico e abilità culinaria questa video-ricetta, un mini-film che mette in scena dei Macarons, che di magnifico hanno già il nome désir de croquant, per non parlare della bellezza degli allestimenti dai tratti epici e del progressivo ed incalzante scorrere delle immagini della ricetta, ispirata a quella contenuta nel libro "Café gourmand – 30 gourmandises d’accompagnement" pubblicato dalle Editions Larousse.

Ingredienti per la crema: 100 g de cioccolato bianco, 1 cucchiaio di espresso intenso, 7 cl di panna liquida intera. Per i gusci di 20 macarons medi: 100 g di zucchero a velo + 2 cucchiai, 100 g di polvere di mandorle, 1 cucchiaino di café solubile in polvere, 2 albumi d'uovo, 100 g di zucchero in polvere, 2 cucchiai di scaglie di cioccolato.

Preparazione:
Si comincia dalla crema. Tritare il cioccolato bianco e metterlo in una ciotola capiente nella quale aggiungere l'espresso. Portare la panna al unto di ebollizione e versarla sulla preparazione precedente. Lasciar riposare qualche minuto, battere vigorosamente con una frusta e lasciar riposare al fresco. Preriscaldare il forno a 180°. Per la preparazione dei gusci mixare nel robot lo zucchero a velo, la polvere di mandorle e il caffè solubile, setacciare l'insieme delle polveri e lasciar da parte. Montare a neve ferma gli albumi e incorporarvi mano a mano il mélange precedente con l'aiuto di una spatola, adottando movimenti regolari dall'alto verso il basso. Tappezzare la placca con la carta forno e disporvi dei piccoli mucchietti d'impasto di circa 3 cm di diametro aiutandosi con la sac à poche munita di un imbuto liscio da 1 cm, e tenendoli ben lontani tra loro. Spolverare con le scaglie di cioccolato e lo zucchero a velo restante. Lasciar riposare per almeno un'oretta al fresco affinché si formi la caratteristica crosticina. Infornare da 5 a 7 minuti, lasciar raffreddare e assemblare come i baci di dama. e degustare 24 ore dopo per permettere a tutti i componenti di esprimersi al meglio.

Via | cartenoire.fr

  • shares
  • Mail