Ricette secondi: lo spezzatino mimosa

Dopo la Norma di ieri ecco un'altra ricetta siciliana, certamente tra le meno conosciute, ma non per questo meno gustosa. Io ve la propongo con il classico spezzatino, ma si può provare anche con il capretto o con il coniglio: al nord si chiamerebbe in fricassea, ma noi lo chiameremo Mimosa. Prepariamolo per 6 persone.

Cosa vi occorre: un chilo e mezzo di carne in piccoli pezzi, 2 cucchiai d'olio d'oliva, 1 cipolla bianca, il succo di 3 limoni, 100 g di pecorino dolce grattugiato, prezzemolo tritato, ½ bicchiere di vino bianco secco, 3 uova, brodo, pangrattato, sale, pepe.

Come si prepara: in una teglia dai bordi alti sistemate la carne bagnata dall'olio, la cipolla affettata, salate, pepate e infornate a 200°. Quando inizierà a rosolare, bagnate con il vino bianco e fatelo evaporare, quindi proseguite la cottura con un po' di brodo alla volta finché lo spezzatino sarà stato in forno circa un'ora. Intanto battete le uova con il succo di limone, unite il pecorino e il prezzemolo, versate il composto sulla carne, spolverate di pangrattato e infornate per altri 5 minuti o comunque finché l'uovo non si sarà addensato dando, appunto, l'effetto del fiore di una mimosa. Servite caldissimo.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail