Le chiacchiere di Carnevale con la ricetta vegan

Le chiacchiere di Carnevale con la ricetta vegan

Le chiacchiere sono il dolce tipico del Carnevale: sono diffuse in tutt’Italia anche se il nome varia a seconda della zona in cui ci troviamo. Per esempio, in Lombardia sono dette chiacchiere, in Trentino diventano crostoli, cenci o donzellini in Toscana, sfrappole in Emilia, bugie in Piemonte, frappe nel Lazio. La forma antica è costituita da un nastro annodato o da un rombo dentellato; oggi, per praticità e velocità, sono spesso dei semplici rettangoli di pasta fritta. Per preparare delle ottime chiacchiere di Carnevale con la ricetta vegan, seguite questi nostri consigli.

Ingredienti per 4/6 persone

    250 g di farina 00
    80 g di vin santo
    40 g di margarina non idrogenata
    40 g di zucchero di canna
    1 limone (ci occorre solo la scorza grattugiata)
    mezzo cucchiaino di cannella
    zucchero a velo
    sale
    olio extravergine di oliva

Preparazione

Fate ammorbidire la margarina a temperatura ambiente (se volete velocizzare il procedimento, tagliatela prima a tocchetti). Setacciate la farina sul piano da lavoro, aggiungendo lo zucchero di canna, la scorza di limone, un pizzico di sale e la margarina. Lavorate, aggiungete il vin santo e impastate per qualche minuto, quindi formate una palla, copritela e fatela riposare in frigo per almeno mezz’ora.

Trascorso il tempo di riposo, togliete dal frigo la pasta e stendetela su un piano infarinato fino a ottenere una sfoglia alta un paio di millimetri. Con l’aiuto di una rotella dentellata ritagliate delle strisce larghe circa 4 centimetri e tagliate in diagonale delle losanghe della lunghezza di una decina di centimetri. Friggete, infine, in abbondante olio, scolatele, fatele asciugare su carta assorbente da cucina e cospargetele di zucchero a velo

Varianti

In alcune zone d’Italia invece del vin santo si usa la grappa, oppure il rum, il marsala, il brandy. La scorza di limone non è presente in tutte le versioni. Al posto dell’olio extravergine per la frittura potete usare dell’olio di arachidi. C’è chi cosparge le frappe con della granella di cioccolato fondente invece che con lo zucchero a velo.

Qual è la vostra versione?

Foto | chefpercaso via photopin cc

  • shares
  • Mail