Cucina floreale: uova strapazzate ai fiori di tiglio

fiori di tiglioA partire da oggi, e per altri 3 giorni vi accompagnerò lungo le strade della degustazione dei fiori. Potrebbe suonare strano, ma di fiori ne mangiamo già tanti, basta pensare ai carciofi, oppure ai broccoli che da sempre fanno parte dell'arte culinaria. La cucina floreale ha come protagonisti fiori di piante prettamente ornamentali oppure di campo. Oggi vi propongo la prima ricetta che ha come ingrediente il fiore di tiglio. Reperibile presso tutti i parchi e viali di ogni città, questo fiore ha un sapore intensamente dolce. Raccomando di trattare esclusivamente fiori di piante che crescono in zone lontano dal traffico.

Ecco cosa vi occorre: 1 manciata di fiori di tiglio, una noce di burro, 6 uova, mezzo bicchiere di panna fresca e sale.

Frustate le uova in un contenitore e aggiustate di sale. Scaldate il burro in una padella e appena fuso versate le uova e strapazzatele con un cucchiaio di legno. Appena persa la consistenza liquida delle uova, aggiungete i fiori di tiglio tagliati finemente. Aggiungete adesso la panna e completate la cottura a fuoco basso. Servire immediatamente.

Vi consiglio di provare subito questo piatto e servirlo come antipasto, magari accompagnato con del pane con semi di papavero.

Foto|Flickr

  • shares
  • Mail