I canederli trentini con la ricetta originale dei Masi

Piatto tipico trentino di antiche origini contadine, i canderli, o knödel, costituiscono una preparazione ricca e nutriente da consumare specialmente nei periodi freddi. Si tratta di polpette di pane raffermo arricchite con uova, formaggio, cipolle e speck e cotte in brodo. Vengono servite molto spesso anche nei masi, termine con il quale vengono indicati gli agriturismi e le strutture ricettive della zona. Oltretutto i canderli appertengono alla categoria della cucina "povera" venendo originariamente preparati con il pane raffermo ed i salumi ed i formaggi presenti in casa. Ecco i canederli trentini con la ricetta originale dei Masi.

I canederli trentini con la ricetta originale dei Masi

Ingredienti: 300 gr di pane raffermo, 1 bicchiere di latte, 2 uova, 200 gr di speck a cubetti, 1/2 bicchiere di vino bianco, 20 gr di burro, prezzemolo fresco tritato, 40 gr di parmigiano grattugiato, 1 cucchiaio di farina, 1 cipolla, brodo qb.

Procedimento: ridurre il pane a pezzi e metterli a bagno nel latte. Lasciarli riposare qualche ora (2-3). Preparare un trito di cipolla e farla soffriggere in poco burro. Tagliare lo speck a dadini e soffriggerlo insieme alla cipolla. Sfumare con del vino bianco e farlo evaporare ed aggiungere il prezzemolo tritato. Fare raffreddare il tutto ed unire le uova sbattute al pane (che nel frattempo avrà assorbito tutto il latte). Unire adesso lo speck e la cipolla, la farina ed il formaggio grattugiato. Amalgamare bene tutti gli ingredienti fino ad ottenere un impasto omogeneo. Creare delle palline non troppo piccole con l'impasto ottenuto. Metterle a cuocere nel brodo precedentemente scaldato. Servire ben caldi.

Foto | Val Gardena Gröden

  • shares
  • Mail