Come fare le pappardelle in casa passo per passo

Le pappardelle, un termine derivato dal dialetto Toscano pappare, che si traduce in mangiare con gioia e piacere (e già è tutto dire) sono originarie della tradizione dell'Italia nord e centro-settentrionale, nello specifico della cucina fiorentina. Le ricette a base di questo primo piatto di pasta all'uovo fatta in casa sono tantissime, e molto presenti nella cucina tipica per l'appunto della Toscana. Sono simili alle classiche tagliatelle emiliane, differenti però nello spessore, che le rende ancora più gustose.

Le pappardelle fatte in casa sono perfette da assaporare con un sugo o un ragù molto saporito e corposo, ancora meglio con tutte quelle preparazioni montane a base di selvaggina, come capriolo, lepre, daino, cinghiale. Fatte in casa sono ancora più appetitose, perchè i sapori vengono esaltati al massimo. Inoltre fanno parte di quella cucina antica e povera che predilige la scelta di pochi e nutrienti ingredienti.

Gli ingredienti per 4 persone


  • 4 uova (nostrane o locali meglio)
  • 500 gr di farina bianca 00

Il procedimento

Versate la farina bianca su un piano, e con le dita create la classica fontana, rompete le uova facendole restare al centro della farina, aggiungete un pizzico di sale. Con una forchetta in principio incorporate lentamente le uova sbattendole con la farina. Quando avete raggiunto un composto abbastanza denso, continuate ad impastare vigorosamente fino a che l'impasto diventa omogeneo, senza grumi ed elastico e formate una palla.

Fate riposare per trenta minuti, lasciando il tutto coperto da un canovaccio umido. Stendete la pasta poi con un mattarello (resta più spessa), o se avete la macchina stendipasta le pappardelle resteranno però più sottili e meno casarecce. Una volta che la pasta è ben stesa tagliate le pappardelle con un coltello o con un tagliapasta ad una larghezza che va da 1,5 a 2 cm, a seconda della vostra preferenza. Infarinate leggermente. Le pappardelle ora sono pronte per essere cotte in acqua bollente salata e da condire con il ragù o il sugo che preferite.

Foto | Getty Images

  • shares
  • Mail