Gli spaghetti di soia cinesi con la ricetta e i tempi di cottura perfetti

L'oriente offre una possibilità di apertura verso nuovi gusti e sapori, con la''giunta di ingredienti poco usati nella cucina occidentale quali la soia e il tofu. Gli spaghetti di soia sono un tipo di pasta tipica della Cina e del Giappone che appartiene a questo genere di piatti.

Il loro sapore insolito e la loro consistenza particolare li vedono protagonisti di molte ricette di cucina asiatica e fusion. Sono adatti per le diete ipocaloriche e per chi soffre di intolleranze alimentari, come ad esempio i celiaci.

Ingredienti: Spaghetti di soia 300 g, 2 spicchi d'aglio, 2 cucchiai di zenzero, olio di oliva, aceto di mele 50 ml, salsa di soia 100 ml, succo d'arancio 100 ml, brodo di pesce, asparagi 10, gamberi 250 g, peperone 1, cipolla, zucchero di canna.

In una padella capiente soffriggete nell'olio aglio e zenzero grattugiato. Imbiondite aglio e zenzero per poi aggiungere i gamberetti sgusciati e lavati, lasciate cuocere un paio di minuti. Pulite il peperone e gli asparagi, tagliateli e lavateli.Togliete i gamberetti dalla padella una volta cotti ed aggiungete peperoni e cipolla tagliata grossolanamente e lasciateli cuocere fino ad ammorbidirle, per poi sfumare prima con aceto di mele ed infine con la soia e lo zucchero di canna, in modo da ottenere il tipico gusto agrodolce della cucina cinese.

Terminate la cottura aggiungendo, poco alla volta, il brodo di pesce. Aggiungete i gamberetti e fate addensare il sugo per un paio di minuti. Intanto cuocete in abbondante acqua salata gli spaghetti di soia, servirà appena un minuto, non superate questo tempo altrimenti risulteranno collosi e troppo morbidi. Scolateli e versateci sopra dell'acqua fredda per bloccare la cottura. Ripassate una ventina di secondi in padella e servite.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail