La ricetta dei pomodori scattariciati secondo la tradizione salentina


Cosa ne pensate di cucinare dei pomodori fritti? Strano a dirsi così, eppure nella tradizione Salentina i pummidori scattarisciati sono una prelibatezza che affonda le origini nella cultura della cucina contadina che li usava come piatto unico nella veloce pausa pranzo tra un lavoro "nei fondi" (in campagna) e l'altro. Questi pomodorini "scoppiati" - potremmo tradurre - possono essere cucinati facilmente in casa.

Potete sia usarli come piatto unico anche voi o come condimento per la pasta, oppure renderli la base di un piatto creativo, tipo con l'aggiunta di un uovo fritto. Per prepararli seguite queste semplici indicazioni.

Ingredienti: 10-15 pomodori al filo pugliesi o, in sostituzione, quelli freschi piccoli; olio extravergine di oliva (circa 3 cucchiai); basilico; uno spicchio di aglio; sale; e se vi piace del peperoncino.

Preparazione: lavate ed asciugate i pomodori senza tagliarli. In una casseruola dai bordi alti scaldate l'olio extravergine fino a farlo diventare bollente (attenti al punto di fumo!) e versate dentro i pomodorini. Fateli cuocere a fuoco vivo per una decina di minuti, quindi aggiungete il basilico, l'aglio e il peperoncino. Fate cuocere ancora a fuoco vivo sempre con un coperchio per altri 10 minuti, finché i pomodorini non iniziano a scoppiare e rompersi. A questo punto se non vi piacciono le bucce potete toglierle (ed anche l'aglio), altrimenti lasciate tutto com'è e procedete a servirli.

Per chi vuole arricchirli: negli ingredienti procuratevi anche 4 cipollotti (gli sponzali pugliesi), dei capperi sotto sale e un uovo. Nella preparazione aggiungete i cipollotti tagliati a fettine e i capperi assieme a sale, peperoncino ed aglio, l'uovo cinque minuti prima della fine della cottura al centro dei pomodorini.

I pomodorini possono essere serviti con le frise di orzo o con il pane casereccio abbrustolito. Il suggerimento è di coprire completamente la fetta di pane con il pomodorini affinché si ammorbidisca. E buon appetito!

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail