Sale: si ma quale?

2 Luglio 2009

Siamo abituati a parlare del sale come qualcosa di standard, invece come il vino, il miele e l’olio ne esistono molti tipi con con peculiarità straordinarie. Ad esempio il sale della Danimarca è un sale marino affumicato con il sistema tradizionale tramandato dai Vichinghi. L’ affumicatura viene fatta con legno di quercia ed olmo rosso, è ottimo su verdure cotte, uova, zuppe, patate al forno.

Il Sale rosa del Perù invece proviene da una sorgente naturale sulla catena delle Ande a oltre 3.000 metri di altitudine ed è ideale per tutti i tipi di carne, ha un gusto intenso e umidità maggiore della media. La Bretagna può vantare il suo sale grigio, chiamato anche sale celtico. Viene raccolto sulle coste della Bretagna e del nord-ovest della Francia sin dall’antichità, eccellente con le verdure bollite, è ricco di sali minerali e più povero di sodio.

Fiocchi di sale marino di Cipro, prodotti con il metodo tradizionale dalle acque del mediterraneo, sono ideali su carne, pesce, verdure ed insalate. Hanno elevato potere salante ed un gusto fresco e dolce. Le Hawaii hanno un sale nero proveniente dall’isola di Molokai, dove viene lavorato dagli artigiani dell’isola che in fase di essiccazione lo mischiano alla lava vulcanica purificata. Si usa con salmone, caviale, verdure ed insalate, sushi, carne alla griglia. L’aggiunta di lava apporta al sale il carbone attivo.

Il sale marino hawaiano rosso Alea prende il nome ed il colore della terracotta ad un’argilla rossastra di origine vulcanica che si mischia ai cristalli di sale durante l’evaporazione al sole. Ottimo per accompagnare carne grigliata, zuppe di verdure e legumi, risotti a base di crostacei. Contiene molto ferro ed è un sale intenso e dal sapore di nocciole tostate. Questi sono solo alcuni esempi, il mondo ci offre molti sali, e dove non è arrivata la natura ci ha pensato l’uomo, mischiando sali e spezie e colori naturali come ad esempio il nero di seppia. Insomma conosceri i vari tipi di sale è utile a chi ha carenza particolari o problemi di salute.

Foto | Montosco

I Video di Gustoblog: Ricerca Censis per Nestlè