Come fare le frappe di Carnevale con la ricetta originale fritte e al forno

Il Carnevale non è tale se in quest’ultima settimana, la più grassa, che precede il digiuno del tempo d’attesa quaresimale, non ci abbuffassimo del dolce più tipico del periodo: le frappe. So che in molte parti d’Italia le chiamate chiacchiere, e certamente ne esistono molti altri, di nomi, ma la ricetta originale è una sola: quella che segue. Per chi non potesse proprio rinunciare a una versione light, anche la ricetta per la cottura in forno.

Cosa vi occorre: 300 g di farina, 30 g di zucchero, 15 g di burro, 2-3 tuorli d’uovo, 1 pizzico di sale, 1 bicchierino di rum, olio per friggere e zucchero a velo q.b.

Come si preparano: setacciate la farina a fontana, al centro ponete lo zucchero, i tuorli, il burro ammorbidito, il sale e il rum. Lavorate bene l’impasto, poi con il mattarello, stendete una sfoglia sottile e con la rotella dentata tagliate da questa delle strisce larghe circa 3 cm e lunghe 12. Al centro della striscia praticate un taglio di circa 3 cm nel senso della lunghezza, infilatevi un’estremità della striscia per farla poi uscire dall’altra parte. Friggete le frappe poco alla volta nell’olio bollente e fatele sgocciolare su carta assorbente, oppure cuocetele in una teglia da forno foderata per una decina di minuti a 200°. In ogni caso, prima di servire cospargete di zucchero a velo abbondante.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail