Ecco i bigoli al torchio da gustare con la ricetta della tradizione

 Ecco i bigoli al torchio da gustare con la ricetta della tradizione

Chi ha la fortuna di avere ancora in casa il torchio, potrà senza difficoltà alcuna preparare i bigoli con la ricetta della tradizione. Questi infatti venivano anticamente ricavati grazie all'apposito bigolaro, ovvero il torchio con il quale preparare i bigoli. A chi non ce l'avesse invece, ormai è pressochè irreperibile, consiglio di sostituirlo, in maniera più o meno soddisfacente, con il tritacarne privato delle lame, che ha una modalità di funzionamento simile. Una cosa è certa, i bigoli dovranno risultare ruvidi al tatto, questa la principale caratteristica che permette loro di trattenere tutto il condimento. Ecco i bigoli al torchio da gustare con la ricetta della tradizione.

Ingredienti: 400 gr di farina 00, 4 uova (o in alternativa tanta acqua qb per ottenere un composto omogeneo ma sodo), 1 pizzico di sale.

Procedimento: versare la farina setacciata sul piano da lavoro e creare una fontana. Sgusciare al centro le uova ed il sale ed iniziare a mescolare dapprima con una forchetta, poi con le mani. Si dovrà ottenere un composto sodo ed omogeneo. Coprire l'impasto con un canovaccio pulito e fare risposare 30 minuti. Trascorso questo tempo riprendere l'impasto e prelevarlo a pezzi. Introdurlo nel torchio ed iniziare a girare la manovella per ottenere i bigoli. In alternativa al torchio utilizzare un tritacarne privato delle lame. Tagliare i bigoli alla lunghezze desiderata e farli asciugare su un vassoio all'aria per un paio di ore. Cuocere i bigoli in abbondante acqua bollente salata e condirli a piacere.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail