Ristoranti nel Lazio: Brizi a Tarquinia

13 Agosto 2009
di roby

Se state viaggiando sull’Aurelia e all’improvviso vedete una distesa di camion parcheggiati a pochi centimetri l’uno dall’altro in zona alto Lazio, non potete sbagliare: siete arrivati da Brizi a Tarquinia. Meta preferita dei camionisti che si bazzicano da quelle parti, la conferma è data dal fatto che nell’enorme stanzone in stile rustico che costituisce il locale, troverete molti tavoli occupati da una sola persona.

Ma non è tutto oro quello che luccica. Carica di aspettative anche per i racconti entusiastici di molti frequentatori del luogo, seduta nel mio tavolino da due aspettavo il mio turno per le ordinazioni mentre accanto a me sfrecciavano succulente maxiporzioni di fritture miste di calamari e gamberi (che poi ho scoperto essere la specialità del posto) con un profumino da iperventilazione. Ma, ahimé, quando è stato il nostro momento, circa la metà delle portate offerte dal ricco menu di pesce, piuttosto classico, erano finite o comunque non si potevano più preparare. Un errore nella spesa? O nella previsione dei coperti?

Alla fine abbiamo optato per gli gnocchi del marinaio: pomodorini, scampi e frutti di mare. Un primo dai sapori ben calibrati, anche se non troppo abbondante nelle quantità. Deludenti, invece, gli gnocchi al forno, simili alla specialità sorrentina: il pomodoro era volgare passata e pure poco cotta. L’unico gusto avvertito era quello dell’ustione. Buona la caponatina alla siciliana, niente di che la grigliata di pesce, un po’ duro, come se l’avessero preparato tempo prima. Varia, però, la qualità: spiedino di calamari, scampi, cozze, vongole, capesante e pesce bianco. Per concludere, una torta semifreddo con panna e frutti di bosco, buona pur nella sua provenienza industriale. Conto ingiustificatamente alto.

Ristorante Brizi
S.S. Aurelia km 83
Tarquinia (Vt)
Tel 0766841017

Foto | Flickr

I Video di Gustoblog: Pasta agli agretti