Il menù di Carnevale con piatti colorati e allegri, la proposta di Gustoblog

Domani è martedì grasso ed è quindi tempo di pensare a un menu specifico per festeggiare la dipartita, come ogni anno, di Re Carnevale. La particolare tradizione che si segue a casa mia (unico giorno su 365 o 366, giuro!) consiste nell’abbuffarsi di dolci tipici, a partire dalle frappe e dalle castagnole, meglio se fatte in casa, per seguire poi con altre specialità magari di moda quella determinata annata.

Siamo partiti dalla fine, per molti, ma non preoccupatevi, adesso recuperiamo. Se il dolce non è il vostro forte, allora ecco un paio di versioni salate, anzi tre, di dolci tipici del periodo: oltre alle classiche castagnole, abbiamo i panzerotti, ma ripieni di tanta buona e sana bieta, oppure le frittelle che al posto di miele e crema sfoderano formaggio e mortadella.

Come primo, tanta allegria in tavola a me la mettono i cannelloni: il bianco della ricotta e il verde degli spinaci nel ripieno, e poi il rosso della salsa di pomodoro; inoltre piacciono proprio a tutti! Invece, se non avete molto tempo e preferite preparare un piatto unico, vi consiglio il cous cous di pollo: un tocco di esotico senza esagerare, e poi i grani del cous cous richiamano proprio i coriandoli…

A proposito di questo, per un menu “letterale” potete scegliere ricette che prevedano, appunto, il coriandolo, la spezia che da lungo tempo abbiamo imparato ad apprezzare: devono essere magnifici questi gnocchi di zucca profumati anche dalla noce moscata, e interessante anche questo pesce spada alla salsa d’ananas, il cui accostamento, se proprio non lo gradite, potete prendere come un frizzo o un lazzo, a Carnevale, in fondo, ogni scherzo vale!

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail