Secondi carne: lo stufato irlandese

18 Agosto 2009
di roby

Tornare qualche giorno in Irlanda è sempre piacevole, soprattutto se il tempo non fa troppo le bizze. Tra un pub e una pinta di Guinness vi consiglio di rinfrancare lo spirito e il corpo con quest’ottimo stufato, cavallo di battaglia delle cucina irlandese, perfetto anche d’estate perché lì non fa mai troppo caldo. E poi quando tornate a casa ecco la ricetta per rivivere il viaggio ogni volta che vorrete.

Cosa vi occorre: 700 g di costolette di agnello, 2 cipolle grandi, 450 g di patate (pesatele una volta lavate, pelate e tagliate a fette), 2 cucchiai di prezzemolo fresco tritato, 1 cucchiaino di timo fresco tritato, sale e pepe nero q.b., 300 ml d’acqua.

Come si prepara: in una teglia capiente fate uno strato di carne, uno di cipolle sbucciate e tagliate a fette e uno di patate. Cospargete la superficie di ogni strato con le erbe aromatiche. A questo punto (avrete finito con le patate), versatevi sopra l’acqua, aggiungete pezzettini di burro e coprite la teglia con la carta stagnola come fosse un coperchio. Cuocete in forno a 120° per 2 ore, 2 ore e mezzo, perché il segreto dello stufato irlandese è lo stesso delle meringhe: una cottura lunghissima a temperatura molto bassa. Beveteci su una buona Guinness.

Foto | Flickr

I Video di Gustoblog: Polpette di pollo