Ricette cinema: i maccheroni al forno del Pranzo di Ferragosto

14 Agosto 2009
di roby

Di cibo ce n’è tanto nel film ‘Il Pranzo di Ferragosto’ dell’emergente Gianni Di Gregorio, qui nelle vesti anche di protagonista. Gianni, figlio nullafacente e semialcolizzato di una nobile decaduta, ha un bel da fare tra la madre e le altre tre simpatiche vecchiette che gli affidano il giorno di Ferragosto: cerca di farle star buone con camomilla, verdure e brodino vegetale, ma il mondo è più bello quando in tavola si portano pesce con le patate o pasta al forno. Siccome il primo, nel racconto, è pescato nel Tevere e la cosa mi fa impressione, vi propongo una mia versione di pasta al forno, liberamente ispirata al film, anche se, al contrario di quanto dice la zia Maria, una specie di besciamella c’è. Useremo i maccheroni perché una volta a Roma erano la pasta dell’aristocrazia.

Cosa vi occorre: 400 g di farina. 4 uova, 200 g di mozzarella, 80 g di grana grattugiato, 40 g di burro, sale e pepe nero q.b.

Come si prepara: per preparare i maccheroni che ci serviranno per il piatto, lavorate la farina con le uova e un pizzico di sale finché otterrete un impasto liscio che riposerà per mezz’ora. Stendete quindi la sfoglia e ricavate dei quadrati che arrotolerete lungo una bacchetta chiudendoli facendo aderire i lembi combacianti. Intanto tagliate a fette la mozzarella e cospargetela di sale e pepe. Cocete i maccheroni scolandoli al dente e disponeteli in una teglia da forno coprendoli con la mozzarella e il grana grattugiato. Ripetete l’operazione, quindi terminate con tocchetti di burro, gratinate in forno per una decina di minuti e servite con un Frascati doc dei Castelli Romani. Il film, infatti, era ambientato nella Capitale.

Foto | Flickr

I Video di Gustoblog: Tagliatelle con ragù valdostano