Ricette stuzzichini: i rustici alla napoletana

In realtà non è proprio corretto chiamarli stuzzichini… nel senso che ne mangiate uno, ad esempio per merenda, credo di poter affermare con assoluta certezza che non avrete fame fino al pranzo del giorno dopo! Non una ricetta da inserire nella vostra alimentazione corrente, quindi, ma una tantum, quando avrete amici da stupire, fidanzati da prendere per la gola, o qualcosa da festeggiare. A Napoli, in effetti, mi dicono, vengono preparati proprio quando c’è una festa nell’aria.

Cosa vi occorre: gli stessi ingredienti per preparare un’ottima pasta frolla come abbiamo imparato qui, ricotta, salamini dolci e piccanti, burro q.b. Non stupitevi del fatto che sia la stessa ricetta della pasta frolla per le crostate: la particolarità dei rustici alla napoletana è proprio il contrasto tra il dolce della pasta e il salato del ripieno.

Come si preparano: una volta che la pasta frolla sarà pronta, tagliatela a cerchi di grandezza variabile a seconda degli stampini che avrete comprato e sistemateveli dentro rialzando i bordi. Riempite gli stampini di ricotta dopo che l’avrete lavorata con la forchetta fino a renderla liscia e mescolata con i salamini a pezzetti. Ricoprite ogni tortina con un altro disco di pasta, sigillate bene i bordi, spennellate la superficie con il burro sciolto a temperatura ambiente e infornate a 200° per una mezz’ora. Sono buoni anche freddi, proprio come le crostate.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail