Fortunati gli astronauti

Volete essere pagati per pranzare a base di prelibatezze di Ducasse ?

Benissimo, arruolatevi tra le fila degli astronauti, e sarete serviti di tutto punto !

Ecco infatti quanto ci dice Culiblog:

"Un mio ex collega, l'ingegnere aerospaziale Alexander van Dijk, mi ha mandato questo link su Ducasse ed il suo staff, relativo alla produzione di cibo per le missioni spaziali...
L'articolo parla dell'obiettivo di produrre localmente il 40% del cibo per le missioni spaziali di lunga durata. I 9 ingredienti base che lAgenzia Spaziale Europea pensa di coltivare su altri pianiti sono: riso, cipolle, pomodori, soia, patate, lattuga, spinaci, grano e spirulina, un'alga blu-verde ricca di proteine (il 65% del loro peso), calcio, carboidrati, lipidi e varie vitamine.
"

Ad oggi tutto il cibo viene portato nello spazio dalla Terra, ma questo metodo non può applicarsi alle missioni di lungo termine.

Insomma, il super-chef dovrà far gironzolare la sua artistica vena creativa per immaginarsi cibi sempre diversi a base di quei 9 quasi banali alimenti. Ad oggi, stando all'articolo, hanno studiato 11 ricette, sottoposte anche ad ulteriori vincoli, quali ad esempio il ridurre al massimo l'uso del sale. Ed in cuor mio spero pure che riescano nel loro futuristico intento di coltivarli lassù, in mezzo alle stelle.

Che nei prossimi test attitudinali per gli aspiranti astronauti inseriscano anche il saper cucinare ?

  • shares
  • Mail