Il carciofo dal tenero cuore si vestì da guerriero

carciofiIl carciofo dal tenero cuore si vestì da guerriero...., recita l'"Ode al carciofo" di Pablo Neruda, e questa ricetta concede proprio un'armatura di pan grattato a questo alimento di alto valore nutrizionale, spesso sottovalutato e se comprato, scelto esclusivamente tra i prodotti sott'olio. Oggi vi propongo una ricetta che non risulta proprio veloce ma che potrà essere presentata sia come contorno, oppure come secondo in caso aveste ospiti vegetariani.

Gli ingredienti che ci occorrono sono: carciofi di taglia grande, pan grattato, aglio, olio d'oliva, prezzemolo e...un po' di pazienza. Private i carciofi del gambo e delle punte spinose con un taglio trasversale dalla parte opposta del gambo. Tritate il prezzemolo e l 'aglio e aggiungeteli al pan grattato con un pizzico di sale. Lavate i carciofi e riempiteli di pan grattato allargando le foglie con l'aiuto delle dita. Adesso disponetele una accanto all'altra in una casseruola con il doppio fondo, immerse fino a metà con acqua salata, aggiungete l'olio e un altro po' di prezzemolo e lasciate cuocere a fiamma bassa per 45 minuti con il comerchio.

Mangiatele strappando una alla volta le foglie con le mani e mordendo solo la parte tenera all'estremità opposta. Buon appetito

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail