Cucina greca: le melanzane sott’olio

Una bella scoperta, quella che facciamo oggi: anche in Grecia si usa fare le conserve di verdura e tenerle ‘di scorta’ per l’inverno. Non poteva mancare l’impiego di questo tipo di preparazione con le melanzane, che sono la verdura mediterranea per eccellenza. Se seguirete la ricetta senza sbagliare avrete delle fantastiche melanzane sott’olio da consumare entro un anno, magari accompagnate da un buon piatto di legumi e annaffiate con un bicchierino di ouzo.

Cosa vi occorre: melanzane piccole del tipo autunnale lunghe al massimo 10 cm, 1 carota, 1 peperone rosso, 1 peperone verde, 4-5 spicchi d’aglio, prezzemolo e cavolo tritati q.b., aceto, olio, qualche costa di sedano.

Come si preparano: fate bollire una bella pentola d’acqua, immergetevi le melanzane per tre minuti, scolatele e fatele raffreddare. Tagliate a dadini la carota e i peperoni, aggiungete l’aglio schiacciato, prezzemolo e cavolo tritati, coprite con aceto e fate marinare per mezz’ora. A questo punto fate un profondo tagli laterale su ogni melanzana e farcitele con un cucchiaino di marinatura. Bollite altra acqua, immergetevi il sedano per pochi minuti, quanto basta per ammorbidirlo, scolatelo e quando sarà freddo usatelo per legare ogni melanzana. Sistemate quindi i fagottini in un recipiente dai bordi alti, coprite d’aceto e fate riposare per 24 ore. Scolatele e sistematele in barattoli a chiusura ermetica, coperte di olio.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail