La polenta ai funghi, porcini o champignon?

Polenta con Champignon
La polenta nasce come piatto povero, originariamente alimento base per molti abitanti delle zone settentrionali d’Italia, che altro non è che un composto derivante dall’amalgama di acqua e farina di cereali, di cui il mais è il rappresentante maggiore.

Inizialmente si preparava utilizzando il paiolo e versando in esso acqua calda salata e farina di cereali, impastando bene con un bastone di legno. L’innovazione ha portato ad avere ai giorni nostri diversi tipi di polenta, tra cui quelle a cottura veloce che richiedono poche mosse e pochissimi minuti di cottura.

In questi giorni mi è stato chiesto da un’amica se la polenta ai funghi sia meglio farla con i porcini o champignon? ebbene le rispondo a mezzo blog rispondo con la ricetta della polenta e consigliandole di seguire a leggere il nostro articolo.

Ad ogni modo gli ingredienti necessari per preparare la polenta sono i seguenti: 400 g di farina di mais, 1 litro e 1/2 di acqua, sale q.b.

Per la preparazione: mettete in una pentola abbondante acqua salata e versateci, poco alla volta, la farina di mais, mescolando continuamente aiutandovi con un cucchiaio di legno per evitare la formazione di grumi.

Continuando a mescolare per amalgamare bene il composto, fate cuocere per pochi minuti a fuoco basso, coprendo con un coperchio. Verificatene la consistenza, aggiungendo acqua se troppo dura o farina se il composto è troppo liquido.

Dopo circa 40 minuti in questo modo, la polenta dovrebbe staccarsi dai bordi della pentola: questo è il chiaro segnale che la vostra polenta sarà pronta.

Procediamo ora con i funghi, ricordandovi che i funghi champignon (o funghi bianchi) sono facilmente reperibili tutto l’anno e hanno un costo accessibile. Sono funghi molto leggeri, dal gusto dolce, che si cucinano facilmente. Questi funghi sono buoni se sodi e belli bianchi.

I funghi porcini si hanno un gambo carnoso e robusto sono tra i più apprezzati, per il loro profumo e il loro sapore. Come caratteristica hanno, tra le altre, che dopo il taglio non anneriscono; hanno un sapore intenso che, quindi bene si sposta, con la polenta dal gusto semplice e povero.

Ecco allora come vi consiglio la mia polenta e funghi. I funghi devono essere puliti dalla terra con un panno umido per eliminare i residui di terra e poi asciugati con altro panno, questa volta asciutto. Non devono mai essere lavati, perché assorbono troppo l’acqua. Procediamo ora tagliando a fettine prima la testa, poi il gambo nel senso della lunghezza.

Fate rosolare due spicchi di aglio in padella con olio finché non saranno dorati; quindi togliete l’aglio e buttate in padella i funghi. Fate cuocere, girando in modo che siano omogeneamente pronti. Aggiungete un goccio di vino bianco e, a fine cottura, il prezzemolo tagliato finemente.

Quando la polenta sarà pronta, come sopra suggerito, disponetela su un piatto di portata, aggiungetevi sopra i funghi porcini e servite.

Foto| Flickr

  • shares
  • Mail