Una ricerca stramba

Oh, questa mi sembra un'altra di quelle ricerche stravaganti, tipo quella che dice che il cioccolato fa andar via le carie o che il caffé aiuta a prendere sonno.

The Guardian riporta infatti i risultati di uno studio secondo il quale chi è sovrappesso e si mette a dieta rischio di abbreviare la propria aspettativa di vita. Parrebbe addirittura meglio che ci si decidesse a rimanere grassi.

Gli studiosi stessi, però, mettono le mani avanti e dicono che è opportuno approfondire le ricerche, data l'innovatività dei risultati. Comunque ricordano che mancano ancora dati certi che consentano di conoscere come si deve gli effetti a lungo termine delle diete.

"E' provato che la perdita di peso riduce i rischi di malattie cardiache e di diabete tra gli obesi, ma il nuovo studio suggerisce che vengono anche causati danni psicologici che, sul lungo termine, possono essere più gravi dei benifici apportati."

Il responsabile di tutto ciò è Thorkild Sorensen, dell'Insituto di Medicina Preventiva dell'Ospedale Universitario di Copenhagen

"Lo studio, fatto in Finlandia, ha seguito 2.957 sovrappeso o obesi che sono stati monitorati per controllare che non avessero malattie latenti. Ad ogni partecipante sono state poste domande relativamente alla volontà di perdere peso nel 1975 e poi nel 1981. I dati del peso e della salute sono stati mantenuti per i successivi 18 anni, durante i quali 268 partecipanti sono morti. L'analisi dei dati ha mostrato che l'incidenza di morte giovanile in quelli che desideravano perdere peso e sono riusciti a farlo era maggiore di quella in chi aveva deciso di restare grasso."

Allo stesso tempo, però, anche in chi è ingrassato l'incidenza della fine prematura (ammappala che post allegro, questo) aumentava.

"I ricercatori non sono stati in grado di identificare le cause, ma pensano che sia dovuto al grasso perso dagli organi come dagli altri tessuti... che indebolisce il corpo, portando a rischi maggiori."

Parrebbe che anche i ricercatori dell'US National Centre for Chronic Disease Prevention and Health Promotion di Atlanta fossero già giunti a risultati simili.

Cosa fare, quindi, se questo si dimostrasse vero ? Sicuramente lavorare sul blocco del peso e su leggeri cali di questo, piuttosto che far scendere l'indice di massa corporea, su cui agiscono molte diete.

  • shares
  • Mail