La torta pasqualina di bietole per Pasqua

La torta pasqualina di bietole per Pasqua

Si fa presto a dire torta pasqualina. Ciò che è certo è che si tratti di una torta salata preparata durante il periodo pasquale, perfetta per le scampagnate e costituita da un involucro sottile di pasta, che secondo la tradizione dovrebbe essere composto da ben 33 fogli, in riferimento agli anni di Cristo. Sul ripieno invece ci sono due scuole di pensiero, quella che vorrebbe la versione originale a base di bietole e l'altra, a base di carciofi. In entrambi i casi comunque immancabili sono le uova ed un formaggio tipico ligure, la prescinseua, una cagliata fresca trovabile solo nella regione e che nel resto d'Italia viene sostituita più facilmente dalla ricotta.

La torta pasqualina, oltre a costituire un piatto tipico ligure, fa parte della cucina povera, gli stessi ingredienti lo testimoniano. Veniva anticamente preparata anche con un paio di giorni di anticipo così che le donne avessero il tempo da poter dedicare alla preghiera nei giorni immediatamente precedenti la Pasqua.
Ormai trovabile tutto l'anno presso rosticcerie e forni, la torta pasqualina è caratterizzata dal fatto di contenere al suo interno delle uova sgusciate ma lasciate intere e disposte a croce così che rimangano ben visibili al taglio. Ecco la torta pasqualina di bietole per Pasqua.

Ingredienti: 1 Kg di farina bianca, 4 cucchiai d'olio, sale, acqua qb, 1 kg di biete, 1/2 cipolla tritata, 60 grammi di burro, 500 gr di prescinseua (o di ricotta), 4 uova, 1 bicchiere di latte, 100 gr di parmigiano grattugiato, sale, pepe e maggiorana

Procedimento: versare in una ciotola la farina insieme all'olio, il sale e tanta acqua quanto basta per ottenere un impasto omogeneo. Impastare bene e dividere il composto in 10 porzioni appallottolandole. Disporle su un piano e coprire con un canovaccio umido. Fare riposare per 15 minuti. Nel frattempo lessare le bietole e passarle in padella con olio e cipolla tritata. Lavorare il formaggio con il latte e regolare di sale. Adesso riprendere la pasta e stendere sottilmente le 10 sfoglie. Stendere la prima in una teglia imburrata ed infarinata e spennellarla con dell'olio proseguire con altre 5 sfoglie allo stesso modo. Adesso riempire con uno strato di biete ed uno di formaggio. Creare 4 fossette e sgusciare in ognuna di queste un uovo. Condire con sale, pepe, maggiorana e parmigiano. Completare con le sfoglie di pasta rimaste spennellandole sempre con l'olio. Praticare in superficie dei fori con una forchetta e ungere bene. Cuocere in forno già caldo a 180 °C per circa un'ora.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail