Natale: come fare un cesto con le proprie mani

Che soddisfazione si prova quando si fa un regalo realizzato con le proprie mani! È una dimostrazione d’affetto che parla da sé, visto l’impegno che ci si mette in prima persona. Quest’anno io ho deciso di realizzare ‘in proprio’ due cesti, per i miei genitori e per quelli del mio fidanzato, che, sono sicura, resteranno esterrefatti. Se volete sposare la mia idea, siete ancora in tempo, ma ecco qualche regola di ‘bon ton’ per preparare un cesto che farà invidia a chiunque.

Innanzitutto ci vuole un’equa distribuzione tra prodotti dolci e salati. Nel primo caso sarà più facile realizzarli a casa e amplissima sarà la scelta: meglio alternare biscotti a dolci ‘interi’ e cioccolatini a dolcetti a pasta molle tipo muffin. Io vi consiglio di lasciar perdere i dolci tipici natalizi (che vi faranno subire inevitabili, inconsci confronti con le migliori pasticcerie del vostro circondario) e opterei per preparazioni originali, magari con un pizzico di esotismo. Ormai per confezionare un liquore in casa è troppo tardi, ma una bottiglia che possa accompagnare la degustazione delle vostre fatiche sarebbe opportuna.

Passiamo al salato. Qui le scelte si restringono, ma fatevi furbi ed escogitate qualche escamotage. Il più semplice è realizzare una gelatina di frutta che ora va tanto di moda consumare come accompagnamento di formaggi e salumi, oppure composti oleosi come quello ai peperoncini. Grandi classici i sughi a base di pomodoro, oppure le conserve di castagne e le ciliegie sotto spirito che si consumano in ogni occasione. Completate con una bottiglia di ottimo vino e un pacco di lenticchie di buon augurio, magari scegliete marchi equi e solidali. Ultimo consiglio: prediligete la varietà alla quantità, perché tutti i prodotti mangerecci deperiscono in fretta. Infine, per la confezione, sbizzarritevi pure con coccarde e nastrini colorati!

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail