Anguille arrosto, fritte e in umido per il cenone di Capodanno

Anguilla per il cenone di capodannoTra i piatti tipici del cenone di capodanno c'è l'anguilla, che ha un sapore deciso e deve essere ben preparata. Nella tradizione umbra viene preparata arrosto, fritta e in umido (eventualmente con l'aggiunta di piselli). La base è sempre uguale: 1 kg di anguilla, spellata ed eviscerata, fatta a pezzi, lavata e asciugata. Ecco nello specifico le singole ricette.

Anguilla arrosto: irrorate l'anguilla con quattro cucchiai di aceto di vino bianco, il succo di un limone, due cucchiai di olio, sale e pepe. Mescolate e lasciate marinare per un paio d'ore. Prendete uno spiedino e infilatevi i pezzi di anguilla, alternandola con foglie di alloro quindi fatela arrostire sulla fiamma, girandola e bagnandola con il sughetto della salamoia. Poco prima di toglierla dal fuoco, ungete il tutto con olio, salate e cospargete con pane grattugiato. Quando il pane avrà assunto un colore dorato, togliete dal fuoco, sfilate i pezzi di anguilla dallo spiedino e servite.

Anguilla fritta: passate i pezzi di anguilla nella farina, poi nell'uovo sbattuto con un po' di sale e friggete nell'olio ben caldo; quando avrà assunto il tipico colore dorato togliete dall'olio e servite ben calda.

Anguilla in umido: fate soffriggere in una casseruola un trito di cipolla e prezzemolo; aggiungete uno spicchio d'aglio per un paio di minuti e poi toglietelo quindi versate nel soffritto i pezzi di anguilla, salate e pepate. Fate rosolare a fuoco medio e aggiungete tre bicchieri di vino bianco e lasciatelo evaporare. Aggiungete 250 gr di passata di pomodoro, coprite con il coperchio e fate cuocere a fuoco moderato per circa un'ora. Se dovesse asciugarsi troppo, aggiungete un bicchiere d'acqua. Se volete, insieme all'anguilla versate 300 gr di piselli (in questo caso sono da aggiungere anche una noce di burro e un cucchiaino da caffè di zucchero).

Foto | cheetah100

  • shares
  • Mail