Il menù magro del venerdì santo in attesa della Pasqua

menù magro del venerdì santo

Il menù magro del venerdì santo, in attesa dell festa di Pasqua, prevede un consumo di pesce azzurro, alici, sardine, sgombri e altri piatti ittici tipici delle nostre coste. Secondo la tradizione, infatti, in tutti i venerdì della Quaresima e, in particolare, nel venerdì santo che precede la domenica di Pasqua non si mangino carni, ma il pesce è consentito.

Sulle tavole del venerdì santo che anticipa il pranzo di Pasqua con ricette di magro possiamo portare il pesce, le uova, i latticini. Ogni regione ha le sue tradizioni: andiamo a scoprirle insieme, per un menù magro del venerdì santo ricco di alimenti e ricette tipiche della nostra cucina.

Le ricette tradizionali della Pasqua sono legate anche alla giornata del venerdì santo. In Sicilia, ad esempio, si mangiano le sarde, in primi piatti gustosi o secondi da leccarsi le dita, mentre un po' dappertutto troviamo zuppe di pesce che possono essere degli ottimi primi piatti.

In Veneto troviamo le alici scottadito o in saor, che ritroviamo anche in altre regioni italiane come le Marche, dove possiamo trovare persino le seppie con piselli, mentre in altri luoghi troviamo uova con tonno (tipiche del Piemonte, ad esempio), spaghetti al ragù di mare.

Se non amate molto il pesce, potete anche realizzare dei piatti che non contengano carne, puntando tutto su formaggi e verdure: potete preparare degli spaghetti al pesto oppure un risotto al radicchio rosso, potete portare in tavola delle semplici uova soda, una crescia di Pasqua umbra con tanti formaggi d'accompagnamento (evitando il salame), delle torte salate con verdure e formaggi... E molto altro ancora!

Via | Italia a tavola

Foto | da Flickr di alper

  • shares
  • Mail