La ricetta del sartù di riso vegetariano gustoso e leggero

Il sartù di riso è un piatto tipico della tradizione napoletana, molto sostanzioso e ricco di gusto che solitamente si prepara con carne macinata e salsiccia, ma che oggi vi propongo nella versione vegetariana.

Il sartù di riso vegetariano è comunque un piatto delizioso, più leggero e digeribile rispetto alla versione originale del sartù napoletano la cui ricetta potete trovala già pubblicata qui su Gustoblog.

Ingredienti: 400 g di riso,, 250 ml di passata di pomodoro, 400 g di piselli, 50 g di funghi secchi, 150 g mozzarella di bufala, 200 g di burro, pecorino grattugiato, 1,5 l di brodo vegetale, 1 cipolla, pane grattugiato, olio evo, 2 uova sode, 2 uova fresche, sale.

Preparazione: sciogliete il burro in un tegame capiente, quando si sarà sciolto, unite la cipolla tritata finemente e i funghi secchi precedentemente fatti rinvenire in acqua tiepida; poi aggiungete i piselli e lasciate cuocere il tutto per circa dieci minuti. In ultimo aggiungete il pomodoro e lasciate ritirare bene il tutto, poi unite il riso e lasciatelo tostare per circa 2 minuti e proseguite la cottura aggiungendo un mestolo di brodo quando il precedente si sarà assorbito, fino a quando il riso sarà quasi cotto ma non del tutto: deve restare al dente! A fuoco spento, unite al riso il formaggio grattugiato, le 2 uova fresche e mescolate bene il tutto fino ad ottenere un composto omogeneo. Ungete una teglia a cerchio apribile, spolverizzatela con il pangrattato e e ricoprite le pareti e la base della teglia con una quantità abbondante di riso; tagliate la mozzarella a fettine e fatene uno strato sulla base, alternate uno strato di uova sode tagliate a rondelle e uno di riso e proseguite così fino ad esaurimento degli ingredienti e completate con uno strato di riso e pangrattato. Infornate lo sformato di riso in forno già caldo a 170 gradi per circa 40 minuti di modo che la superficie risulti dorata, poi sfornatelo e lasciatelo riposare per qualche minuto; infine sformatelo e servitelo in tavola ben caldo.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail