Come fare il sartù di riso vegan senza carne e mozzarella

Il sartù è un primo piatto che ci viene dalla tradizione napoletana, e solitamente è ricco e impegnativo al palato, perché traboccante di mozzarella e ragù. Nato tradizionalmente per ‘riciclare’ in modo succulento il riso avanzato, un po’ come il timballo quando, invece, avanzava la pasta, oggi, noi lo prepariamo in versione vegan, per tutti gli amici che abbracciano questo tipo di alimentazione: ecco, quindi, il sartù di riso vegan.

Cosa vi occorre: 120 g di riso, ½ l di passata di pomodoro, 150 g di piselli, 1 cipolla grande, olio, sale, peperoncino, pangrattato q.b.

Come si prepara: tagliate la cipolla a fettine sottile, fatela imbiondire nell’olio aromatizzato con il peperoncino, poi unite i piselli e quindi la passata di pomodoro; abbassate la fiamma e fate cuocere per una mezz’ora. Intanto lessate il riso in abbondante acqua salata, scolatelo per ben e unitelo al sugo. Trasferite tutto in una teglia imburrata e cosparsa di pangrattato (va bene anche quella con il buco per il ciambellone) e infornate a 200° per circa 30 minuti.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail