Cucina russa: gli antipasti tradizionali

Oggi iniziamo un nuovo ciclo di appuntamenti che spero vi piaceranno e che ci condurranno negli inesplorati meandri della cucina tipica russa. E dal momento che, fino a una ventina di anni fa, si trattava di un Paese enorme, esteso su due continenti e praticamente da un lato all’altro del mondo, sarà, credo, particolarmente interessante.

Iniziamo parlando di antipasti: pare che l’uso di servire cibi salati o piccanti come introduzione al pasto vero e proprio sia nata proprio in Russia; la loro straordinaria varietà, inoltre, è dovuta al fatto che a causa delle temperature gelide dell’inverno, molti fossero i cibi conservati in casa.

Immancabile, tra le entrée, il pesce: il salmone lasciato a marinare nel sale grosso per tre giorni, le aringhe in salamoia preparate con cipolla e succo di barbabietola e lo storione affumicato servito con prezzemolo, lattuga e fettine di limone. Tutto, ovviamente, annaffiato da un bicchiere di ottima vodka.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: