Il pranzo di Pasqua napoletano con le ricette del menù tradizionale

pranzo di Pasqua napoletano

Cosa si mangia a Napoli per il pranzo di Pasqua? Quali sono le ricette della tradizione che possiamo portare sulle nostre tavole per assaporare profumi e sapori tipici della città partenopea? Ovviamente come ogni festa, anche quella primaverile dedicata alla celebrazione cristiana della Pasqua ha le sue ricette specifiche!

Se avete deciso di portare sulla vostra tavola del pranzo di Pasqua la tradizionale cucina campana, ecco a voi le ricette più importanti che i napoletani sono soliti portare sulle loro tavole: si inizia con una minestra maritata di carne e ortaggi, si passa all'agnello e viene concluso con il dolce tipico della Pasqua, la pastiera napoletana.

Ricetta della fellata

Come antipasto potete portare sulla vostra tavola di Pasqua la fellata, una serie di salumi paesani tipici del napoletano, che vengono disposti in un piatto molto grande: salame tipo Napoli, capocollo, pancetta, ma anche formaggi come provolone fresco, caciocavallo, mozzarella di bufala...

Ricetta del casatiello

Anche il casatiello è un ottimo antipasto per Pasqua: sciogliete due cubetti di lievito con un po' di acqua tiepida. In una ciotola versate un chilo di farina, create una fontana e posizionate all'interno 100 grammi di strutto, un pizzico di sale, pepe e il lievito sciolto. Mescolate tutto per 10 minuti e lasciate lievitare l'impasto per un paio di ore. Tagliate a cubetti 400 grammi di pecorino e 400 grammi di salame Napoli. Prelevate un po' di impasto, che servirà per incastonare 5 uova soda. Stendete il resto, disponete sopra formaggio e salame, arrotolate. Ungete uno stampo con il buco al centro con lo strutto, disponete il rotolo di pasta, unendo le estremità, fatelo lievitare per altre due ore. Mettete sopra le uova, con i lembi incrociati. Cuocete in forno caldo a 160 gradi per 10 minuti e poi a 180 gradi per un'ora.

Ricetta della minestra maritata


Mettete in una ciotola mezza gallina, 500 grammi di polpa di manzo, 150 grammi di salsiccia secca piccante spellata, 150 grammi di prosciutto crudo in un unico pezzo, qualche cotenna di prosciutto, una carota, una cipolla, un po' di sedano, del prezzemolo e il sale. Ricoprite di acqua, fate cuocere come un brodo. Lessate da parte una piccola verza, 300 grammi di scarola, 300 grammi di borragine, 200 grammi di cicoria, 300 grammi di broccoli. Scolatele e strizzatele. Passate il brodo e immergetevi le verdure cotte spezzettate, la salsiccia a fettine, il prosciutto, le cotenne, la carne, la gallina disossata, tutto tagliato a piccoli pezzetti. Portate a bollore la minestra e cuocete per un paio di ore. Prima di servire questo primo piatto di Pasqua, fate riposare un po' la minestra.

Ricetta dell'agnello con piselli e cacio


Tagliate a pezzi 1 chilo di agnello, lavatelo e asciugatelo. Fate appassire una cipolla tritata in un po' di olio evo, aggiungete la carne, salate, pepate, bagnate con vino bianco. Fate poi cuocere a fuoco basso, mescolando e aggiungendo eventualmente acqua calda. Quando la carne è quasi cotta, aggiungete 600 grammi di piselli sgranati, incorporando quando sono cotti 2 uova sbattute con sale, pepe e 20 grammi di formaggio pecorino grattugiato. Mescolate e spruzzate con il succo di mezzo limone.

Ricetta della pastiera napoletana

E per concludere, ecco a voi la ricetta della pastiera napoletana, un dolce tipico della Campania, che in poco tempo è stato "assorbito" anche dalle altre regioni italiane: un dolce buonissimo, davvero gustoso, per il quale ci vuole un po' di tempo per poterlo preparare al meglio con la ricetta tradizionale.

Via | GrandeNapoli

Foto | da Flickr di rumfuddle

  • shares
  • Mail