La ricetta dei cudduraci, i dolci pasquali calabresi

La ricetta dei cudduraci, i dolci pasquali calabresi

Come avviene per diversi dolci delle feste, (non so perchè mi vengano in mente proprio le chiacchiere che a seconda della regione in cui vengono preparate prendano nomi diversi) anche alcuni dolci pasquali seguono la stessa sorte. Così avviene per i cudduraci, dolci tipici pasquali calabresi, più precisamente di Reggio Calabria, che spostandosi già di qualche chilometro sono meglio conosciuti sotto altri appellativi.

L'usanza di preparare dei dolci, anticamente di pasta di pane e successivamente di pasta frolla dolce, con all'interno imprigionate delle uova sode è usanza di diverse regioni, specie del Sud. Basti pensare che una preparazione simile si ha anche in Sicilia dove viene chiamata cuddura cu l'ova. Ecco la ricetta dei cudduraci, proveniente da quì.

Ingredienti: 1 kg di farina 00, 2 uova, 100 gr di strutto, 200 gr di zucchero, 1 bicchierino di vermouth, 5 gr di ammoniaca per dolci, 1 pizzico di sale, uova sode qb.

Procedimento: setacciare la farina in una ciotola e creare una fontana. Porre al centro l'ammoniaca, una presa di sale, lo strutto a pezzi, lo zucchero, il vermouth e le uova. Iniziare ad impastare prima con l'aiuto di una forchetta e poi con le mani fino ad ottenere un composto omogeneo. Adesso prelevare dall'impasto delle porzioni di pasta alle quali dare la forma di ciambelle medio grandi, oppure di piccoli panieri, bambole, etc. Porre su ognuna di esse un uovo sodo esercitando una leggera pressione per farle stare ferme sull'impasto. Fermare le uova con delle strisce di pasta sottili creando delle croci. Spennellarne la superficie con degli albumi d'uovo e trasferire in forno caldo a 180 °C per circa 30 minuti.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail