La ricetta dello stracotto in pentola a pressione

Avete voglia di un secondo piatto saporito e gustoso? Una delle portate tipiche delle regioni, in special modo montane, è lo stracotto di carne. Solitamente un piatto corposo e perfetto per le temperature fredde e invernali, accompagnato da una squisita e filante polenta giallo o bianca (più leggera); ma dato che lo stivale è ancora avvolto da un clima non prettamente primaverile questo secondo piatto è ancora l'ideale da proporre in tavola.

Perfetto per un ricco pranzo domenicale, anche in alternativa pasquale a chi non vuole saperne delle carni tradizionali e giovani di agnello e capretto. La carne con questa cottura, diventa tenerissima e adatta quindi anche agli anziani e ai bambini. Vediamo come si cucina oggi lo stracotto di carne in pentola a pressione, per ridurre, e di molto, i tempi di preparazione.

Gli ingredienti


  • 400 gr di scamone di manzo
  • 1 confezione di pomodori pelati

  • 2 bicchieri di vino rosso

  • 1 scalogno
  • brodo vegetale q.b.
  • olio evo
  • 2 bicchieri di acqua
  • sale
  • pepe
  • qualche chiodo di garofano

La preparazione

Tritate finemente lo scalogno e fatelo soffriggere nella pentola a pressione in due cucchiai di olio evo già caldo, aggiungete la carne, e lasciate rosolare a secco per un paio di minuti su tutti i lati. Sfumate poi con il vino rosso fino a coprire tutta la carne. Salate e pepate. Aggiungete ora la conserva di pomodoro e un po' di brodo vegetale, mescolate e fate bollire. Sfumate ancora con due bicchieri di acqua e lasciate sbollentare.

Chiudete la pentola e quando la valvola inizia a fischiare abbassate la fiamma al minimo. Lasciate cuocere per quaranta minuti circa. Lasciate poi sfiatare, smollate il coperchio e fate asciugare la salsa facendo cuocere ancora dieci minuti. Insaporite con qualche chiodo di garofano a piacere.

Foto | da Flickr di Maong

  • shares
  • Mail