Creare e curare un orto sul balcone

In molti ormai hanno iniziato a coltivare un proprio orto, ma chi non ha la possibilità di avere un pezzo di terra, deve adattarsi come può. Io, ad esempio, lo sto facendo sul balcone di casa. Come potete vedere dalla foto, sono all'inizio, ma ho messo le basi per il mio orto sul balcone.

Cosa si può coltivare su un balcone in città? Senza problemi tutte le erbe aromatiche: basilico, salvia, origano, maggiorana, rosmarino, prezzemolo, menta, timo, erba cipollina. Almeno, queste io le ho già piantate, e qualcuna la ho già da anni (e ricresce in autonomia, come la salvia e la menta). Poi è possibile piantare anche alcune verdure. Io ho piantato i ravanelli, il sedano, i pomodori e la rucola. Prossimamente allestirò un vaso anche per le carote e l'insalata, e vorrei anche provare zucche e finocchi. Di queste piante trovate senza problemi i semi nei supermercati o nei negozi specializzati. Se non volete attendere il periodo di crescita, potete scegliere di prendere le piantine piccole, che trovate a pochi centesimi (io le pago da 10 a 90 centesimi di euro) nei negozi di prodotti agricoli o nei vivai.

Naturalmente se si ha un balcone a disposizione non può mancare una bella postazione con i funghi: le balle da coltivazione per i funghi sono facilmente reperibili anche al supermercato (ma affidatevi sempre ai negozi di agricoltura, siete più sicuri della qualità) e vi danno una bella raccolta di funghi. A differenza delle piante che hanno bisogno di più attenzioni, i funghi vogliono solo umidità e un giusto riparo dal sole diretto. Poi fanno tutto da soli!

Per poter creare al meglio l'orto vi consiglio sia vasi piccoli e profondi, dove piantare verdure tipo sedano o finocchio, o una carota (uno, due semi alla volta, altrimenti un vaso non basta!), sia contenitori più bassi ma larghi dove mettere pomodori, insalate, rucola, che avranno bisogno di più estensione di terra in larghezza (ma comunque di almeno 15 cm di terra in altezza). Per le erbe aromatiche usate i vasi normali, se avete possibilità vanno benissimo anche le cassette da frutta ricoperte da delle buste nere. O tagliate delle bottiglie di plastica in orizzontale: fa scena e ne potete usare molte disposte una accanto all'altra. Fate attenzione solo che quando innaffiate l'acqua non ristagni.

Per curare un orto sul balcone, ricordatevi di innaffiare i vasi ogni giorno e di seguire la stagionalità della semina. Sistemate le piante anche a strati, alcune più in alto altre più in basso, seguendo la loro necessità di sole: ci sono piante che vogliono tanto sole, altre che vogliono meno esposizione diretta, quest'ultime mettetele più al riparo, magari dove il sole va via prima. Se andate in vacanza, lasciate un sistema di irrigazione di quelli che si trovano nei negozi di floricultura, con tubetti e creta, facilmente usabili utilizzando bottiglie di plastica.

Insomma, contro la crisi ma anche in onore del centimetro zero, un orto sul balcone di casa consente la soddisfazione di avere sempre a portata di mano prodotti freschi, che abbiamo curato con amore, e di cui sappiamo la provenienza. Provateci!

  • shares
  • Mail