Il sartù di riso ai funghi per un primo piatto originale

Il sartù di riso è un piatto caratteristico della cucina partenopea, composto da un timballo di riso ripieno di vari ingredienti fra cui piselli, funghi, fior di latte, uova sode. Ha una forma tipicamente toroidale (ciambellone) e può essere preparato sia in bianco che con il ragù.

Il nome deriva dal termine francese "sour tout", i cuochi francesi preparavano questo piatto alle corti di napoli durante il 1700. Anche se ogni famiglia ha la propria ricetta, gli ingredienti fondamentali sono pressapoco gli stessi e nella ricetta di oggi vedremo come preparare la versione ripiena di funghi.

Ingredienti: riso 700 g, funghi secchi 20 g, funghi champignon 200 g, macinato di vitello 500 g, 2 carote, 1 cipolla, 1 costa di sedano, olio d'oliva extra vergine, sale, pepe.

Mentre lasciate i funghi secchi in ammollo preparate un soffritto con sedano, carote e cipolle. Dopo circa 10 minuti di cottura unite il macinato e dopo altri 10 minuti versate anche funghi, un po' d'acqua, sale e lasciate cuocere coperto per 10 minuti.

Aggiungete anche il riso e lasciatelo tostare per qualche minuto. Continuate con la cottura aggiungendo il brodo di tanto in tanto e dopo circa un quarto d'ora il riso sarà pronto. Salate e mantecate con il formaggio. Usate uno stampo per dolci a forma di ciambella rivestito di carta forno per versare il risotto e pressatelo per bene per poi lasciarlo in frigorifero tutta la notte.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail