Cucina russa: il pasticcio di fegato

Dopo un’ampia panoramica sugli antipasti di mare, oggi iniziamo a esplorare il variegato mondo degli antipasti di terra che rallegrano le tavole russe nelle occasioni speciali. Ricordiamo, però, che tutti i piatti della tradizione sono molto calorici, a causa delle fredde temperature che d’inverno attanagliano il Paese. Partiamo dal pasticcio di fegato.

Cosa vi occorre: 650 g di fegato, 100 g di burro, 150 g di lardo, 1 cipolla media, 1 carota, 2-3 cucchiai di latte o brodo, sale e pepe q.b. Per guarnire: fettine di cetriolo, pomodori, frutta in scatola.

Come si prepara: tritate la cipolla e la carota e fatele imbiondire in una padella con olio, ma senza cuocerle troppo. Aggiungete il lardo, quindi il fegato a dadini, condite e friggete. Quando sarà cotto, lasciate raffreddare e passate 2 volte al tritacarne, aggiungendo il brodo o il latte che renderà il composto omogeneo. Date al pasticcio la forma di un filone e guarnitelo alla russa: con fettine di cetrioli e pomodori e frutta in scatola, oppure, se vi pare troppo ardito, spalmatelo sul pane.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail