Maizena o fecola? Le differenze e come usarle al meglio

La maizena e la fecola di patate sono due diverse tipologie di ingredienti per impasti e ciascuno dei due ha della caratteristiche che lo rendono adatto per un piatto piuttosto che un'altro. Vediamo insieme per quale ricette è più opportuno usare l'una o l'altra.

La fecola è ricavata mediante essiccamento e macinazione delle patate e per questo è composta essenzialmente dall'amido delle stesse, il suo aspetto è quello di una polvere di colore bianco.

La maizena, comunemente detta amido di mais, è invece una farina che si ottiene da una lavorazione del mais. Il suo colore, a differenza della fecola, è bianco.

La maizena, detta anche amido puro, viene utilizzata prevalentemente come addensante: non si scioglie nell'acqua fredda ma rimane in sospensione e poi precipita accumulandosi sul fondo. Quando il liquido diventa abbastanza caldo (circa 70 gradi) l'amido addensa il liquido. per questo può essere usata nei dolci al cucchiaio, nella besciamella, nelle salse di accompagnamento per carni e pesci. L'altra funzione della maizena è quella di dare leggerezza: va utilizzata per i rotoli, il pan di Spagna e i dolci lievitati in generale.

La fecola di patate ha la caratteristica di essere inodore ed insapore, per questo viene utilizzata in pasticceria per realizzare dessert come i budini e le mousse, ma anche prodotti da forno come torte, crostate e ciambelle. Va benissimo per piatti salati come vellutate di verdure, focacce, sformati, torte rustiche, ma anche per salse e intingoli.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail