Gli ziti alla genovese, ecco la ricetta da provare in casa

Gli ziti alla genovese, non fatevi trarre in inganno dal nome, sono una tipica ricetta della cucina napoletana, vediamo come prepararli in pochi e semplici passi

Il nome di questo piatto napoletano è dovuto agli inventori dello stesso, dei cuochi genovesi che si trasferirono a Napoli nel 1400. Gli ziti alla genovese sono un piatto molto gustoso e ricco adatto ad un pranzo domenicale.

A Napoli ogni famiglia ha una sua ricetta, ma pressapoco hanno tutte una base comune: la pasta tipica e la carne di vitello cotta a lungo e resa morbidissima.

Ingredienti: spezzatino di manzo 1 kg, ziti 500 g, cipolle 500 g, vino bianco 300 ml, 1 carota, passata di pomodoro 100 ml, parmigiano 100 g, olio, sale.

Soffriggete carote e cipolle per almeno 5 minuti dopodiché rosolate la carne, aggiungiamo altra cipolla e sfumiamo con parte del vino bianco, lasciamo che questo evapori evapori ed aggiungiamo dell'acqua calda o del brodo vegetale (qual'ora volessimo un piatto più saporito), copriamo la pentola e lasciamo cuocere a fuoco lento. Di tanto in tanto irroriamo con altro liquido qual'ora fosse necessario, controllando la cottura. Dovrebbe volerci all'incirca un ora e mezza.

La carne dovrà aver raggiunto il giusto grado di cottura per poter ultimare la cottura nel sugo finché la cipolla non si sarà completamente sfaldata, per favorire l'effetto cremosità possiamo al passatutto e fatto ciò aggiungiamo un pizzico di passata di pomodoro per imbrunire un po' la salsa. Cuocete gli ziti in abbondante acqua salata e conditeli con questa salsa di cipolle, aggiungendo anche la carne e spolverando il tutto con grana o parmigiano.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail