Come fare i garganelli in brodo: i consigli di Gustoblog

I garganelli in brodo sono una classica ricetta della tradizione gastronomica italiana: scopriamo come realizzare a casa questo tipo di pasta fatta a mano, esaltandola con i giusti accorgimenti culinari.

garganelli

I garganelli sono un tipico formato di pasta dell'Emilia Romagna: un tempo venivano serviti quasi esclusivamente con brodo di carne o di cappone, mentre recentemente si è soliti mangiarli asciutti conditi con sughi come il ragù o a base di pesce di crostacei. Riscopriamo la tradizione con la ricetta dei garganelli in brodo.

I garganelli sono una pasta all'uovo, che si realizza arrotolando dei quadretti di sfoglia intorno ad una forma come quella che usiamo per i cannoli piccolini, passando poi sopra un pezzo di pettine per telaio, per dargli una rigatura che li rende ottimi per accogliere ogni tipo di sugo. Anche se è con il brodo che danno il maglio di loro, proprio come i passatelli in brodo, che oggi si mangiano anche asciutti ma che sono squisiti anche se cotti nel brodo di carne.

I garganelli in brodo venivano proposti, in alternativa ai classici cappelletti, nei giorni di festa. Per rispettare la ricetta tradizionale è bene cuocerli nel brodo di cappone e servirli una volta che hanno perso un po' del calore di cottura.

Oggi non si usa più servire i garganelli con il brodo di carne, ma si preferiscono nella versione asciutta: perfetti con il ragù, ma anche con sughi a base di funghi, di polpa di granchio, di piselli, di tartufi e con altri gustosi condimenti.

Foto | da Flickr di jamesonfink

  • shares
  • Mail