Ricette contorni: involtini di bietola ripieni di uvetta, riso e pinoli

Ricette contorni: involtini di bietola ripieni di uvetta, riso e pinoliLe bietole mi piacciono moltissimo e le mangio in tutte le salse, anche semplicemente bollite e condite con un filo di olio di oliva (magari quello che produce mio papà). Mi piacciono anche come involtini ripieni di uvetta, riso e pinoli. Il procedimento è un po' lungo, ma è semplice.

Per quattro persone occorrono: 1 cespo di bietole (o, comunque, circa 12 foglie), 1 cucchiaio di uva sultanina, 1 cipolla, 1 cucchiaio di farina, 1 cucchiaio di pinoli, 20 gr di riso (consiglio il balilla – altrimenti detto originario – che, per inciso, è adatto alla preparazione degli arancini e dei supplì), olio, sale, pepe.

Fate rinvenire l'uvetta in acqua tiepida; cuocete il riso secondo le indicazioni sulla confezione, scolatelo e sciacquatelo sotto l'acqua corrente. Nel frattempo tritate le cipolla e fatela imbiondire in padella con un po' d'olio. Lavate le foglie di bietole e asciugatele facendo attenzione a non rovinarle. Con un coltellino separate le coste dalle foglie e dividete le coste in bastoncini della lunghezza di circa 5 centimetri. Mettete, quindi, in una pentola acqua e un cucchiaio di farina: quando bolle tuffatevi le coste delle bietole e lasciate cuocere per un quarto d'ora. Dopodiché scolatele e tagliatele in maniera grossolana. Versate quindi in una padella dell'olio, fatelo scaldare e unitevi le coste lasciandole cuocere per 10 minuti.

A questo punto prendete le coste, l'uvetta sgocciolata e strizzata, i pinoli, il riso e la cipolla saltata in padella e mescolatele insieme, avendo cura di salare e pepare. Ricavate delle palline da quest'impasto che adagerete al centro delle foglie di bieta e andrete a chiudere a mo' di pacchetto. Sistematele in una teglia, aggiungete un po' d'olio, un bicchiere d'acqua e passatele in forno riscaldato a 130 gradi per circa mezzora. Servite ben calde.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail