La ricetta delle luganeghe e fagioli della tradizione trevigiana

La ricetta di un piatto corposo e di antica tradizione, ecco come si preparano le famose luganeghe con fagioli, secondo piatto tipico del trevigiano.

Oggi scopriamo una ricetta dal sapore sincero e corposo, che prevede l'utilizzo di una delle infinite eccellenze tutte italiane: la luganega trevisana. Questo particolare tipo di lavorazione della carne di suino, guanciale e collo solitamente, si distingue dalle altre prodotte tipicamente in Veneto per le proporzioni dell'insaccato.

Al supermercato la troviamo in due versioni e quindi per tutti i gusti o quasi: una è quella magra, va fatta meglio alla brace come spiegano gli esperti, mentre quella più grassa, è proprio quella che serve a noi oggi, e va preparata tradizionalmente in umido, bollita o in tegame. Si mangia fresca, perchè la luganega non è una preparazione che richiede stagionature o maturazioni particolari. Andiamo a riscoprire quindi un secondo piatto caratteristico e dal gusto unico della tradizione trevigiana: la luganega con fagioli.

Gli ingredienti per 4 persone


  • 9 luganeghe
  • 1 bicchiere di vino bianco
  • 3 foglie di lauro
  • prezzemolo
  • 1 rametto di rosmarino fresco
  • 1 cipolla grossa
  • 500 gr di fagioli freschi
  • olio d'oliva

  • 1 spicchio d'aglio
  • 1 fettina di lardo magro
  • sale


  • pepe


La preparazione

Fate dei forellini con una forchetta alle salsicce (solo 8, una lasciatela da parte). Prendete un tegame antiaderente meglio in terracotta e versatevi un cucchiaio di olio evo, lasciate rosolare le luganeghe a fuoco basso. Aggiungete ora un mezzo bicchiere di vino. Nel frattempo fate lessare i fagioli in una casseruola con acqua salata. Quando teneri, scolateli e aggiungeteli alla padella con le luganeghe. Aggiungete anche un soffritto di cipolla, l'aglio schiacciato, il lardo tritato. Condite con un cucchiaio ancora di olio evo, salate e pepate.

Aggiungete poi il prezzemolo tritato, il rosmarino. Lasciate cuocere lentamente mescolando e aggiungendo il vino bianco rimasto. Sbriciolate la luganega cruda rimasta nei fagioli, quindi continuare a fare amalgare i sapori facendo cuocere a fuoco bassissimo per altri 10 minuti. Servite le luganeghe sui fagioli calde e fumanti in tavola.

Via | Discover Treviso
Foto | da Flickr di Ilbert Durishiti

  • shares
  • Mail