Ricette cinema: gli gnocchi al semolino di Il pranzo della domenica

Famiglia e cibo sono gli ingredienti di Il pranzo della domenica, commedia di Carlo Vanzina del 2003. Un film che racconta quanto sia difficile, oggi, riunirsi tutti intorno alla tavola, anche nei giorni di festa, un appuntamento fisso con figli e nipoti che per la protagonista Franca è più di una convenzione. Vanzina in un certo modo ricorda i pranzi della domenica della sua infanzia, quando la mamma, romanissima, portava in tavola budini, tortino di spinaci, ma soprattutto gli gnocchi al semolino, all’insegna della tradizione.

Cosa vi occorre: 250 g di semolino, 1 l di latte, 120 g di parmigiano grattugiato, 100 g di burro, 2-3 tuorli d’uovo, sale q.b.

Come si preparano: portate a ebollizione il latte in una casseruola e unitevi a pioggia il semolino, mescolando sempre per non formare grumi e per non farlo attaccare. Togliete dal fuoco e aggiungete il parmigiano, i rossi d’uovo, metà del burro e un pizzico di sale. Impastate, stendete il composto sul tavolo inumidito e con una lama di coltello anch’essa umida lavoratelo fino a fargli ottenere lo spessore di 1 cm. Lasciate solidificare per un’ora o due, quindi ricavatene degli gnocchi della forma desiderata. Imburrate una teglia e iniziate a disporvi gli gnocchi a strati irregolari, separati da parmigiano grattugiato. Completata l’operazione, versatevi sopra il resto del burro fuso facendo attenzione che penetri bene in ogni angoletto e passate in forno finché non si sarà formata la crosticina.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail