Ricette dall’orto: lo sformato di riso e cavolfiore

È il più delicato della famiglia dei cavoli e in questi giorni al mercato lo potete trovare freschissimo praticamente ovunque. Occhio, però: il cavolfiore bisogna saperlo scegliere e, per gustarlo al meglio, bisogna anche saperlo cucinare. Oggi ci proviamo con questo sformato sostanzioso, ottimo come piatto unico.

Cosa vi occorre: 1 cavolfiore, 200 g di riso, 1 cipolla, besciamella, olio e burro q.b., parmigiano grattugiato in quantità, pangrattato.

Come si prepara: pulite bene il cavolfiore privandolo delle foglie esterne, lavandolo e tagliando tutte le cimette che lesserete in acqua salata. Una volta cotte, conservate l’acqua di cottura: in metà di essa bollite il riso, scolatelo, soffriggetelo in padella con del burro e conditelo con il parmigiano. In una pirofila imburrata sistemate uno strato di riso, poi il cavolfiore, la besciamella, il parmigiano e fiocchetti di burro. Continuate così gli strati fino all’esaurimento degli ingredienti, terminando con parmigiano, fiocchetti di burro e qualche cucchiaiata di pangrattato per facilitare il gratin. Passate in forno caldo fino a doratura della superficie.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail