Ricette cinema: le cervella alla napoletana di Hannibal

L’avevamo conosciuto nel primo capitolo della saga del ‘Silenzio degli innocenti che diceva: “Uno che faceva un censimento, una volta, tentò di interrogarmi. Mi mangiai il suo fegato con un bel piatto di fave e un buon Chianti”; lo abbiamo ritrovato nell’ultimo capitolo (mi pare, in realtà ho perso il conto) sempre alle prese con una passione sfrenata per la cucina, che per un cannibale forse è addirittura scontato. Un indiscutibile Anthony Hopkins, l’interprete migliore del personaggio Hannibal the cannibal, secondo me, che saprebbe certamente apprezzare le cervella alla napoletana, anche se non sono umane…

Cosa vi occorre: 400 g di cervella di agnello, 80 g di olive nere, 1 cucchiaio di capperi, 30 g di pangrattato, 3 cucchiai d’olio, sale e pepe q.b.

Come si prepara: lavate bene le cervella e mettetele sul fuoco in una pentola con poca acqua. Appena bollirà, sgocciolate e lavatele di nuovo, asciugandole. Intanto snocciolate le olive e sgocciolate i capperi. Coprite una teglia con un filo d’olio d’oliva e sistematevi le cervella in un soo strato, condite con capperi, olive, pangrattato, sale, pepe e olio e infornate a 180° per 20 minuti. Servite caldo.

Foto | Altissimoceto.it

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: