Vino: ancora la Toscana tristemente protagonista.

morellino di scansano toscana
Era di appena una settimana fa il post nel quale chiedevo più responsabilità ai produttori per non ledere la nostra immagine nel mondo, ma anzi, di rafforzarla tramite i nostri prodotti di qualità. Poi ho letto il post pubblicato sul blog dell'azienda di Poggio Argentiera, dal quale apprendo che in qualche modo misterioso è scomparso l'obbligo di imbottigliamento nella zona di produzione, per l'appellazione Morellino di scansano.

Questo vino Toscano è divenuto DOCG nel 2007, e quella norma, oltre a garantire al consumatore chiarezza e sicurezza, era stata fortemente voluta dalla maggior parte dei produttori, aggiungerei io, seri. Questa norma era scomoda a tutte quelle grandi aziende che producono vini differenti e che in questo modo possono imbottigliare dove preferiscono.

Sul sito del consorzio ci sono tutte le cantine aderenti, tanto per farvi un'idea di chi potrebbe beneferciare di questa cancellazione. La cosa che mi dispiace di più è di non essere affatto sorpresa, anche se riesco ad essere ancora indignata da un comportamento del genere. Secondo voi è normale che in Italia accada questo? Quale sicurezza offriamo agli acquirenti esteri?

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail