Al Mc Donald per fare la dieta

Forse è una trovata del colosso degli hamburger arrivata un po' tardi per contrastare gli effetti del film Supersize me, fatto sta che una tipa in America si è inventata una dieta tutta a base di cibo di Mc Donald.

La notizia puzza. Non solo d'unto e fritto, ma anche di falsarello.

Vero è che nel fast food è possibile anche evitare di scofanarsi tonnellate di porcherie, e che anche lì si possa fare attenzione all'apporto calorico quotidiano. Ma è altrettanto vero che sembra comunque molto, molto strano.

Si chiama Merab Morgan, ha 35 anni ed ha iniziato la "dieta", limitandosi a 1.400 calorie giornaliere, ad Aprile.

Costei ha anche problemi economici, ed è ragazza-madre. Ritiene quindi economico spendere tra i 9 e gli 11 dollari per tre pasti. Non solo, stando al semi-patetico articolo, essendoci molti fast-food, questa brava mamma può anche fermarsi sulla strada in uno di questi e mangiare il proprio frugale pasto in auto, senza sottrarre tempo ai pargoletti. Anzi, ci impiega pure cinque minuti scarsi per ordinare (solo a Roma ci s'impiega di meno a mangiare in un ristorante serviti che non al Mc Donald, dove le code sembrano eterne, mentre gli addetti chiacchierano tra loro rivolgendo la schiena ai fastidiosi clienti in attesa ? Peraltro lo stesso mi è successo al Mc della stazione ferroviaria di Mestre).

Con lei non hanno funzionato le altre diete, ed alcune sono addirittura troppo costose per lei.

Colesterolo ? Nessun problema, afferma.

Ah già, magari qualche problema con le vitamine, i minerali, le fibre ed i latticini. Però, che dire, il giro vita sarà pronto alla prova bikini.

Totalmente ridicolo. E pericoloso.

  • shares
  • Mail